Veneto - Villa Condulmer

Poco dopo Mogliano, una deviazione verso destra diretta al paese di Zerman, conduce a Villa Condulmer, una grandiosa costruzione settecentesca su tre piani di forma rettangolare, isolata nell'aperta campagna all'interno di un vasto e ricchissimo parco.
Il corpo centrale si prolunga in due eleganti barchesse completate da porticati nei prospetti posteriori. Su di un fianco sorge un grazioso oratorio.
Il parco, interessantissimo per la varietà degli elementi che lo compongono sfruttando le ricchezze d'acqua e i movimenti altimetrici del terreno. Di squisita eleganza i ferri battuti che compongono i cancelli.
L'interno è perfettamente conservato, come del resto tutto l'insieme: i pavimenti in terrazzo veneziano, gli stucchi su pareti e soffitti, i gustosi dipinti del Moretti Larese nella sala al piano terra. Al primo piano, la sala si prolunga in altezza contornata da un ballatoio. Questo locale era adibito a sala di musica.
Costruita dai Condulmer, fu acquistata successivamente dai conti Grassi, ma con l'estinzione di tale famiglia passò ai parenti Tornielli. Giambattista Tornielli, appassionato di musica, era legato a Giuseppe Verdi da fraterna amicizia. Si racconta che, dopo l'insuccesso della prima recita della Traviata alla Fenice di Venezia, il maestro, amareggiato, abbia trascorso alcune settimane ospite del Tornielli.
Attualmente la villa ospita un country-hotel ed a questa circostanza deve, probabilmente la sua salvezza, dato che molte ville vicino a Zerman sono state lasciate in totale abbandono.
Autore Nova
Vota questo articolo
Condividi

Lascia il tuo commento!