Un giorno storico! Obama-Castro la stretta di mano aspettata da tutti

In questi giorni, stiamo vivendo la storia in diretta, con degli avvenimenti che potrebbero cambiare la storia del mondo. Non è retorica ma finalmente una solida realtà l'incontro odierno, preceduto dalla cordiale stretta di mano di ieri, fra il Presidente degli Stati Uniti d'America Barak Obama e il leader assoluto di Cuba Raoul Castro, successore del comandante maximo, il fratello Fidel Castro leader della rivoluzione cubana del 1959 che rovesciò il potere dell'allora Presidente Fulgencio Batista. E fu da allora che i rapporti fra Cuba e gli Stati Uniti si deteriorarono fino al punto che l'isola caraibica, responsabile di aver instaurato un regime marxista, ancora oggi soffre dell'embargo economico imposto dagli USA e dai suoi alleati. Negli anni seguenti il 1959, gli Stati Uniti provarono, senza successo, di destabilizzare il regime castrista con tentativi di colpi di stato ed anche la non riuscita invasione dell'isola alla Baia dei Porci, che provocò una crisi internazionale fra la NATO e l'allora Unione Sovietica con minaccia di una guerra nucleare. Ci voleva il summit delle Americhe a Panama per suggellare questo incontro, anche se già un anno fa ci fu una stretta di mano fra i due leader ai funerali di Nelson Mandela e qualche mese fa il Presidente Obama, in un discorso alla nazione, aveva anticipato le sue intenzioni per un disgelo fra i due stati. Le prime mosse tangibili di questa ritrovata armonia sono il primo volo di linea da New York a L'Avana, dove centinaia di esuli cubani hanno potuto riabbracciare familiari non visti da decenni e la costruzione della nuova ambasciata USA nella capitale cubana per un ripristino dei normali rapporti diplomatici fra i due stati. Ora, speriamo che il congresso americano, unico con potere di farlo, revochi l'embargo e finisca l'isolamento internazionale di Cuba e che i cittadini cubani, che sono poi quelli che hanno sofferto di più le sanzioni, possano avere una libertà tanto aspettata. W la pace e la libertà.
Autore Floryblackcat
Vota questo articolo
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!