Tutorial su come propagare le succulente con l'innesto

Negli ultimi anni la passione verso le Succulente erroneamente chiamate piante grasse è in continuo aumento, infatti migliaia di persone si avvicinano a questo mondo il motivo di questo successo è sicuramente riconducibile alla semplicità di coltivazione e alla straordinaria struttura di queste piante che sembrano vere e proprie sculture, capaci di abbellire e incuriosire chiunque gli porga lo sguardo.

Visto il gran numero di appassionati e la sempre più esigenza di affinare le tecniche di coltura di queste piante, i maggiori esperti tramite riviste, video e convegni cercano di insegnare e soddisfare le tante richieste, tra le tecniche più interessanti l'innesto e senz'altro il punto da raggiungere per qualsiasi amante delle succulenti, i motivi sono molteplici ma i più interessanti sono la volontà di salvare piante che non riescono a crescere in maniera adeguata e soprattutto la volontà di creare veri e propri ibridi dalla struttura particolare.

Nel video viene spiegato in maniera semplice e diretta come effettuare in maniera adeguata questa tecnica molto semplice ma con regole da seguire alla lettera per avere dei risultati soddisfacenti, la prima cosa da tenere a mente e che le specie di succulente che si prestano bene a questa tecnica sono in genere le cactacee, quindi utilizzare fare esperimenti con altri genere sarebbe tempo sprecato.

Altro punto chiave e utilizzare sempre coltelli ben sterilizzati e puliti poichè la contaminazione di eventuali malattie e parassiti potrebbero compromettere la riuscita, ultima regola e quella di utilizzare sempre piante che stentano a crescere o che hanno problemi causati da qualche tipo di malattia, questo perchè sarebbe un delitto rovinare piante sane solo per il gusto di sperimentare.

Gli attrezzi da utilizzare quindi saranno un bel paio di guanti in cuoio per proteggersi dalle spine, una lama molto tagliente e ben pulita, e infine nastro adesivo o degli elastici.

La procedura è molto semplice si va a sezionare la parte superiore della pianta sofferente e la si ripone con delicatezza con la parte non tagliata, dopo si va recidere la parte superiore della pianta che abbiamo scelto per l'innesto badando bene di effettuare un taglio preciso e deciso questo per far combaciare bene le due metà e tenere estremamente vicino la parte centrale delle due piante.

Ultimo passaggio si uniscono le due parti cercando di tenerle ben unite soprattutto nella parte centrale che è il fulcro vitale delle succulente, una volta unite tenerle ferme con del nastro adesivo o con degli elastici finchè la pianta non si cicatrizzi totalmente. Cosa molto importante da tenere a mente e che queste manovre vanno fatte esclusivamente nei periodi primaverili perchè le succulente in inverno sono letteralmente in letargo.

Autore pepp3nas
Vota questo articolo
Il video e l'immagine di anteprima sono proprietĂ  del canale Youtube Giardinaggio.it. Nel nostro blog vengono solamente incorporati tramite tag iFrame.
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!