Punica Granatum – Caratteristiche

Famiglia: Punicaeae. Luogo d'origine: Persia.

Descrizione: La Punica Granatum è un alberello molto diffuso allo stato spontaneo nei luoghi a clima mediterraneo, dall'Asia minore al sud della Francia. Coltivato soprattutto nelle campagne per il suo valore ornamentale, dato dai fiori e dai frutti, e per antiche tradizioni in cui l'albero del melograno è legato. Al frutto della melograna vennero fin dall'antichità attribuiti significati religiosi: presso i punici essa rappresentava l'immagine della fertilità. Il melograno è, insieme al fico e alla vite, una delle prime conquiste del coltivatore neolitico dell'Asia Occidentale. Furono i Fenici i primi coltivatori del melograno nell'Africa del nord. L'albero di contenute dimensioni, ben ramificato, in primavera avanzata emette emette le piccole foglie ovoidali e, a giugno si riveste di fiori rosso vivo, dal lungo calice carnoso. A ottobre sono mature le caratteristiche melograne, formate da una scorza coriacea esterna che protegge la struttura della placenta, gialla e spugnosa, divisa all'interno in circa dodici scompartimenti che avvolgono i semi poliedrici.

Esigenze colturali: Il melograno esige una posizione soleggiata, appoggiato al muro di una casa o comunque in un luogo non esposto ai venti e alle gelate. Può essere coltivato ovunque, tranne nelle zone montane. Si adatta a qualsiasi tipo di terreno. In primavera è bene sfoltire i rami che tendono a crescere disordinatamente, in modo che la pianta possa avere aria e luce per produrre i fiori e i frutti.

Autore Nova
Vota questo articolo
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!