Pesca dagli scogli - Che passione!

Questo video mostra una tecnica perfetta di pesca al mare dagli scogli con un'ottima canna bolognese adatta alla cattura di spigole ed orate. In un magnifico scenario marino, un esperto pescatore appostato su uno scoglio inizia la sua giornata di pesca. Si immagina che abbia già individuato il punto favorevole, la corrente giusta e tutte le condizioni adatte. Le prime abboccate non tardano a venire, ma il primo pesce allamato è un piccolo sarago che viene ributtato in acqua. Poco dopo abbocca una grossa orata ed è qua che comincia la vera emozione che ogni buon pescatore deve provare ma nello stesso tempo controllare. Importante è, dopo aver ferrato in modo deciso, ma non troppo, il pesce, portarlo con precauzione a riva. La frizione del mulinello deve essere leggermente allentata, quel tanto da far andare il pesce con l'amo in bocca senza rischiare la rottura del filo o la fuga del pesce stesso verso il fondo roccioso, sopratutto quando sta vicino a riva. Per questo motivo, anche se la frizione è leggermente lenta, il filo dovrà stare sempre in tensione. L'eccitazione è al massimo. Quando l'orata è già quasi ai piedi del pescatore ecco che viene utilizzato il noto guadino per la cattura del grosso pesce che finalmente, dopo un'estenuante lotta, si mostra in tutta la sua bellezza.
Autore gaetano1954
Vota questo articolo
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!