Myrtillocactus crestato, affascianante e insolito cactus

Myrtillocactus crestato: è una pianta succulenta originaria del Messico, dove in natura può raggiungere anche svariati metri d'altezza. Presenta un fusto eretto e in coltivazione arriva a 50-60cm, ha un colore verde tendente al blu e una sorta di patina bianca che lo ricopre. Poco ramificato con crescita rapida, in estate sviluppa fiori bianchi da cui po si originano dei frutti commestibili simili a dei mirtilli (da cui deriva il nome). Presenta dei ciuffetti lanosi da cui si dipartono 5-6 spine di colore rosso-bruno e una centrale nera nella zona terminale delle costonature.

Posizionato in pieno sole nel periodo estivo e riparato dai venti e dal freddo nel periodo invernale se coltivato in vaso. Nelle zone del Sud Italia e lungo i litorali è possibile anche metterlo a dimora in piena terra, predilige un terriccio sabbioso e ben drenato temendo i ristagni d'acqua, le annaffiature vanno fatte quando il terreno è completamente asciutto. Ottima cosa è concimare una volta al mese nel periodo primaverile e fino a inizio estate.

I parassiti che teme sono sopratutto le cocciniglie cotonose, dei piccoli fiocchetti visibili alla base delle costonature. Altro pericolo e il marciume dovuto a eccessiva presenza o ristagno d'acqua.

Fino a pochi anni fa le costonature erano un'eccezione, una particolarità che si riscontrava difficilmentein natura, oggi essendo molto apprezzata come tipologia di pianta sono state sviluppate tecniche per ottenere questà particolarità a prezzi contenuti per la grande distribuzione.

Autore farmame
Vota questo articolo
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!