Monaco morto da 90 anni, non si decompone, gli crescono ancora i capelli

Sembra strano ma è la pure realtà quelle che stiamo per raccontarvi, lo chiamano "Il lama vivente", un monaco buddista russo che è morto all'incirca 90 anni fa. Vi chiederete cosa c'è di strano, nonostante sia passato tutto questo tempo la temperatura corporea dell'uomo si aggira sempre sui 35 gradi e gli crescono i capelli normalmente. Una storia davvero fuori dall'ordinario che ogni anno vede un pellegrinaggio continuo di fedeli nel luogo dove il monaco è posto, infatti il lama è esposto all'interno di una teca di vetro nel Tempio di Datsan Ivoginsk, vicino a Ulan Ude, in Russia. Il corpo del monaco non è ma stato sottoposto a nessuna imbalsamazione e secondo alcuni studi fatti da medici e ricercatori non c'è nessun trucco o inganno dietro questa storia. Un caso singolare che fa gridare al miracolo per tutti coloro che lo ammirano. In questo video potrete ammirare le immagine esclusive del monaco all'interno dell'involucro di vetro e i fedeli che osservano meravigliati.
Autore calogero82
Vota questo articolo
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!

Scelti da Noi

di battista contro matteo renzi e le élite al potere

di battista contro matteo renzi e le élite al potere

Finalmente sembra esserci, tra i rappresentanti de...
anunnaki e bibbia - la verità sulla genesi umana

anunnaki e bibbia - la verità sulla genesi umana

Il video presentato qui di seguito è molto intere...
castelmola - i borghi più belli d'italia

castelmola - i borghi più belli d'italia

Castelmola è un comune sul versante jonico delle ...
il santuario di fatima: luogo mistico

il santuario di fatima: luogo mistico

Bellissimi scorci del Santuario di Fatima dedicato...
la colonia di arles, una piccola roma gallica

la colonia di arles, una piccola roma gallica

Il nome celtico della città, Arelate, significava...
guadagnare con lo smartphone leggendo notifiche: notificash

guadagnare con lo smartphone leggendo notifiche: notificash

Si chiama Notificash ed è tutta italiana la nuova...

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!