Lisbona - Il museo Gulbenkian

Formato dal prezioso lascito di Calouste Gulbenkian, fu aperto al pubblico nel 1969. È installato in un edificio di stile ultramoderno nell'Avenida de Berna e consta di un importante insieme di oggetti della più diversa indole. Le collezioni più interessanti sono quelle medioevali, circensi e giapponesi insieme alla pittura e scultura francese. Fra i quadri del Museo di Gulbenkian vi sono il "Ritratto di un anziano" di Rembrandt, il "Ritratto di Elena Foument" di Rubens e "L'uomo e il fantoccio" di Degas. Risultano pure molto interessanti le collezioni di pezzi in argento dei secoli XVII e XIX e i numerosi e preziosi mobili in stile "Regencia" di Luigi XV e Luigi XVI.
Il fondo di questo importante Museo Lisbonese è integrato dalle magnifiche collezioni di opere d'arte riunite da Calouste Gulbenkian, Nelle sale sono intelligentemente disposti i pezzi delle diverse collezioni, che comprendono epoche che risalgono a 2.800 anni a.C. fino a XX secolo.
All'oggetto che il visitante possa accedere a un'esatta conoscenza del Museo, questa consta di due circuiti. Uno è dedicato alle collezioni d'Arte Orientale, con opere originarie dell'Egitto, Siria, Oriente Islamico e Estremo Oriente. In questo circuito si inseriscono pure le collezioni dell'antichità greco-romana.
Lungo il secondo circuito si possono contemplare opere dell'Arte Europea, tra le quali staccano le collezioni di pittura, scultura, arazzi, gioielli, avori, vetri, numismatica e mobili.
Il Museo Gulbenkian conta pure un importante biblioteca, galleria di esposizioni e spaziosi saloni per conferenze.
Autore Nova
Vota questo articolo
Guarda
Condividi

Lascia il tuo commento!