La vera storia di Annabelle e Chucky

Chucky e Annabelle sono due titoli horror famosissimi ed i protagonisti di due serie di film dedicati a bambole assassine, il primo risalente agli anni '80 e la seconda salita alla ribalta negli ultimi anni. Ma cosa c'è dietro davvero a questi film? Difficile da credere, ma alla base dell'idea portante dei film in questione vi sono due storie "vere".

La prima risale alla Florida del secolo scorso, in cui si narra che un bambino ebbe in dono una bambola che chiamò col suo stesso nome, Robert, e che lo accompagnò per tutta la vita. Questa bambola pare producesse rumori sinistri alla notte ed aveva "comportamenti" strani come il dono di spostarsi da una stanza all'altra.

Quando il proprietario morì, la casa fu comprata da una famiglia con una bimba di 10 anni. Questa trovata la bambola Robert, rimase talmente spaventata che i genitori decisero di donare l'artefatto ad un museo per disfarsene. Stessa sorte per Annabelle, la cui vera storia risale agli anni '50-'60, che nella versione reale si chiamava semplicemente Anne ma al contrario del film non era una bambola Reborn, ma di pezza. Anche questa aveva lo "strano potere" di spostarsi dalle stanze ed altri effetti molto inquietanti. Oggi è racchiusa in una teca in un museo del soprannaturale.

Autore scheggia10
Vota questo articolo
Il video e l'immagine di anteprima sono proprietĂ  del canale Youtube L'Inspiegabile. Nel nostro blog vengono solamente incorporati tramite tag iFrame.
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!