La pianta ragno – Cure e Caratteristiche

Questa pianta, dalle foglie nastriformi e arcuate, ha la caratteristica di emettere, dopo la fioritura, piccoli fusti striscianti con ciuffi di foglie alle estremità che possono facilmente venire utilizzati per la riproduzione. Il Chlorophytum, come tutti i generi appartenenti a questa famiglia, ha grande adattabilità e richiede pochissime cure. La fioritura avviene in estate, i fiori piccoli e bianchi non hanno valore ornamentale. Per quanto riguarda la luce non ha particolari esigenze.

È bene ricordare che d'inverno predilige posizioni ben illuminate e d'estate invece preferisce essere posta in luoghi ombreggiati. Non richiede innaffiature regolari e può sopportare lunghi periodi di siccità. Tollera molto bene l'atmosfera secca della casa. Durante il periodo estivo però è consigliabile crearle un ambiente un po' più umido, ricorrendo a un vassoio contenente ghiaia bagnata da porre sotto il vaso.

Bisogna concimarla soltanto durante il periodo vegetativo. Il rinvaso generalmente bisogna effettuare ogni anno, perché le radici robuste e carnose, crescendo, spingono la pianta verso l'alto e provocano l'uscita del colletto della terra. Sempre per questa ragione è consigliabile usare vasi larghi e profondi. Il terriccio da usare è sempre quello universale. La moltiplicazione si esegue molto facilmente per propaggine e si può procedere in due modi: tagliando i ciuffi delle foglie oppure interrandoli. Non richiede altre cure se non quelle elencate.

Autore Nova
Vota questo articolo
Avvia
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!