La città ottagonale di Neuf-Brisach

In contrapposizione alla città fortificata di Breisach sulla sponda del Reno (Veiux-Breisach), che con il patto di Reykjavik nel 1697 fu ceduta dalla Francia all'impero tedesco, Luigi XIV fece costruire sull'altra sponda, nell'odierno Dipartimento dell'Alta Alsazia la cittadina di Neuf-Brisach, un comune di 2059 che grazie alla cittadella fortificata ha ottenuto dall'UNESCO la classificazione di patrimonio dell'umanità.

Nel video viene mostrata in maniera accurata con filmati aerei la città a pianta ottagonale venne terminata nel 1708 dopo nove anni di grandi lavori. Le doppie mura di difesa presentavanoquattro porte (e anche delle torri), che si aprivano verso le direzioni più importanti: Colmar, Basilea, Strasburgo e Belfort.

Le strade ad angolo retto racchiudono al centro una grande piazza d'armi a pianta quadrata: ad ogni angolo si trova una fontana, intorno alla piazza si innalzano gli edifici pubblici: fra questi la chiesa reale Saint-Louis del XVIII secolo. La chiesa fu consacrata nel 1777 dal rappresentante del Vescovo, ma venne distrutta nel 1945: fu poi completamente restaurata e dal 1975 è stata riaperta al culto.

Nella costruzione in stile classico francese spicca il portale principale. L'altare barocco sorretto da pilastri e colonne proviene dalla chiesa di Gambsheim, costruita nel 1763, interessanti anche le vetrate di Pierre Bony e le cinque campane realizzate ad Heidelberg nel 1975.

Autore pepp3nas
Vota questo articolo
Il video e l'immagine di anteprima sono proprietĂ  del canale Youtube 68700JJF. Nel nostro blog vengono solamente incorporati tramite tag iFrame.
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!