La città di Kahun

La città di Kahun, si è conservata per circa tre quarti, compre un'area rettangolare di 350x400 metri, divisa in due parti da un muro continuo che separa il settore occidentale da quello orientale.

Al quartiere ovest, si accedeva da sud, in corrispondenza dell'imboccatura di una strada larga circa 8 metri. La via maggiore era tagliata perpendicolarmente dalle strade secondarie, sulle quali si affacciavano le abitazioni, disposte in file parallele.

Tutte le abitazioni presentavano una superficie di 100 metri quadrati e le stanze più grandi, intonacate e qualche volta dipinte con motivi dell'arredamento domestico. La soffittatura era quasi sempre costruita da travi di legno che sostenevano uno strato di canne e paglia rivestiti di malta intonacata; ma non mancavano coperture a botte, in mattoni, forse predisposte con l'aiuto di un riempimento di sabbia.

Il settore orientale era ben isolato, e seguiva anche un differente orientamento: la porta era sul lato est, ancora in corrispondenza di un'arteria principale; ma questa volta diretta in senso est-ovest la cui strada era fornita da una scalinatura per il drenaggio dell'acqua. Lungo il lato settentrionale erano allineate sei grandi dimore, di cui cinque costruite con la medesima pianta. Altre residenze signorili si aprivano sul lato opposto della strada; alle loro spalle, a est e a ovest vi erano i quartieri più modesti. Le aree a sud erano destinate ai magazzini.

Autore Nova
Vota questo articolo
Il video e l'immagine di anteprima sono proprietĂ  del canale Youtube Black History 365. Nel nostro blog vengono solamente incorporati tramite tag iFrame.
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!