L'Asplenium - Cure e Caratteristiche

Questo genere comprende circa 700 specie che differiscono molto fra loro per la forma e le dimesioni delle foglie. L'Asplenium nidus, ad esempio, ha foglie grandi e lanceolate, di color verde chiaro e a margini ondulati, che partono tutte da un punto centrale. L'Asplenium bulbiferum presenta invece dei pennacchi piumosi, formati da numerosissime e piccolissime foglie. Tutte le Polypodiaceae, e quindi anche l'Asplenium, non presentano fiori. Questi, infatti, non sono necessari neppure per la riproduzione che avviene attraverso le spore. L'Aspelenium vegeta bene in posizioni ombrose, a luce diffusa. E' comunque una pianta abbastanza resistente e può sopportare anche posizioni illuminate, purchè non venga esposta ai raggi diretti del sole.

Le innaffiature vanno somministrate con molta abbondanza in estate e progressivamente diminuite in autunno fino all'inizio dell'inverno. Nel periodo di riposo, che va generalmente da novembre a febbraio, devono essere effettuate con molta moderazione. 
E' una pianta abbastanza rustica e non necessita di cure particolari oltre a quelle già indicate. Bisogna però fare molta attenzione a che il terreno sia drenato e soffice. Si deve concimare una volta al mese, con fertilizzante sciolto nell'acqua delle innaffiature.

Il rinvaso va effettuato non appena la pianta si accresce, usando ogni volta un vaso di dimensioni più grandi: generalmente si rinvasa ogni anno nei mesi di febbraio-marzo. Il terricio da usare è quello universale, alleggerito con sabbia o torba e reso spugnoso da un po' di sfagno tritato. E' originaria delle zone tropicali di tutto il mondo.

Autore Nova
Vota questo articolo
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!