Italia Il Lavoro è Un Problema

E’ tempo di bilanci e per quanto si cerchi di fare, promettere e mostrare miglioramenti, l’Italia oltre a continuare a rimanere intrappolata nella recessione, peggiora secondo le stime riportate ad un anno di distanza dall'OCSE.

Nel 2013 le stime per quanto riguarda l’occupazione in Italia al 2014 registravano una previsione pessimistica della disoccupazione italiana che saliva al 12.6% alla fine del 2014, con un peggioramento dunque nella fascia di occupazione dei giovani e dei lavoratori con un basso livello di istruzione / qualificazione (oltre 35% per i giovani in Italia) e un pericoloso aumento della percentuale dei NEET, cioè i giovani non attivi e quindi che non studiano, non lavorano e non lo cercano 21.4 %

Chi invece è fortunato e ha un lavoro, spesso si lamenta per una rapporto lavoro, ore, guadagno fortemente sbilanciato rispetto ad altre medie europee.

Ma a distanza di un anno cos’è cambiato? cosa ha fatto l’Italia per migliorare la situazione?

Ok, l’Italia sembra non essere migliorata…

I dati Istat reperibili sul portale lavoro riportano ad ottobre 2014 che il tasso di disoccupazione è pari al 13.2%, mentre il tasso di inattività si attesta al 35.7% numeri al quanto allarmanti e soprattuto peggiori rispetto alle "rosee" aspettative.

Soluzioni? Cosa si può fare per migliorare l'Italia e il futuro dei giovani?
Autore albertoAdmin
Vota questo articolo
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!