Itaca: simbolo del viaggio della vita e del destino

L’isola di Itaca, che potete vedere nel video, appartiene all’arcipelago delle Ionie. Vista dall’alto ha la forma di una clessidra, è composta infatti da due penisole divise dall’istmo di Aetos; la vista dal mare, non le rende abbastanza giustizia, in quanto sembra apparentemente nuda e rocciosa. All’interno, in realtà, ci sorprende con i suoi boschi di pini, i suoi ulivi, i vigneti e le sue verdi valli.
Il capoluogo dell’isola è Vathi, costruito a forma di anfiteatro attorno alla baia, è anche un importante porto; è uno dei pochi posti distrutti dal terremoto del 1953 ad essere stato ricostruito rispettando la storia e la tradizione. Ha un museo archeologico, una biblioteca e ad 1 km di distanza si trova la Grotta delle Ninfee. L’altro villaggio che sicuramente merita una visita è Kioni
Il percorso più romantico dell’isola porta da Stavros ad Anofi; da non perdere anche la splendida vista panoramica nei pressi del monastero Katharon.
Le spiagge sono di ciottoli e pietre, le più interessanti sono: Dexa Beach, Mnimata, Gidaki, Filiatro Beach, Polis, Agios Ioannis, Frikes.
L’isola e i suoi paesaggi idilliaci sono stati perfettamente descritti da Omero nell’Odissea, può essere utile quindi farsi accompagnare da questa “guida turistica” durante il nostro viaggio, anche se non sono ancora state trovate prove archeologiche a sostegno del mito di Ulisse. Considerando il fatto che il protagonista del famoso poema ha lottato e vagato dieci lunghi anni prima di ritornare nel suo regno, Itaca è anche considerata il simbolo del viaggio della vita e del destino.
L’aeroporto di riferimento è quello di Cefalonia per poi essere raggiunta in uno dei suoi tre porti: Vathi, Pisaetos (il più indicato per i collegamenti con Cefalonia) e Frikes (indicata per i viaggi da e per Lefkada).
Autore Nova
Vota questo articolo
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!