Il papavero - Un sonnifero naturale

In primavera i papaveri selvatici riempiono i campi col loro colore rosso acceso, che contrasta con le spighe di grano gialle. Quella che ci sembra una pianta puramente decorativa, in realtà può esserci molto utile quando soffriamo di insonnia. Fa parte, insieme alla passiflora delle cosiddette erbe della buonanotte, in quanto contiene principi sedativi.

Il papavero si presenta come un fiore solitario, color rosso vivo, con quattro petali, molto delicatii, ed un bottone centrale nero. Si raccolgono i petali escludendo il bottone centrale, si spargono su una cesta all'ombra per farli seccare, cercando di non sovrapporli perchè tendono ad attaccarsi tra loro, quindi di tanto in tanto bisogna rimescolarli. Una volta ben secchi si sbriciolano e si conservano in barattoli di vetro.

Con essi possiamo farci degli infusi ad azione sedativa in caso di ansia o di insonnia, oltre a questo serve per eliminare la tosse,favorire la sudorazione ed abbassare la febbre in caso di influenza. Per fare l'infuso si prende un cucchiaino di petali secchi, si mettono in una tazza di acqua bollente, quando diventa tiepida, si filtra e volendo si può dolcificare, si beve prima di andare a letto.

Nel video è descritta anche un'azione antirughe che questi fiori sembrano possedere. In pratica si prendono 20 grammi di fiori, si mettono in una tazza di acqua bollente, dopo di che si strizzano e si applicano sulle parte da trattare, mattina e sera. Non sappiamo se funziona, ma tanto vale provare.

Autore gerrycaputo
Vota questo articolo
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!