Il Culto del cargo e le origini delle religioni

Durante la Seconda Guerra Mondiale, oltre all'Europa, uno dei fronti principali fu quello del Pacifico. Proprio qui avvenne un fatto curioso che ha interessato e continua ad interessare gli antropologi di tutto il mondo.

In un arcipelago della Micronesia gli americani installarono delle basi aeree per colpire gli obiettivi giapponesi e per dare supporto logistico alle loro truppe dislocate nell'area. Tutto ciò portò alla creazione di aeroporti ed infrastrutture e data la grande disponibilità di approvigionamenti della macchina bellica statunitense, molti viveri furono distribuiti alla popolazione locale che all'epoca viveva isolata e le cui basi di sostentamento erano pesca e agricoltura.

Incredibile ma vero, questo atteggiamento pacifico e collaborativo, portò alla nascita di un culto religioso nei confronti dei militari stranieri, infatti una volta finita la guerra e fatti rientrare i soldati, gli indigeni dell'arcipelago cominciarono a costruire infrastrutture simili a quelle usate dagli americani nella speranza che i loro cargo pieni di cibo un giorno facessero ritorno.

Ciò che incuriosisce di questo evento è che potrebbe avere qualcosa in comune con la nascita delle principali religioni e delle culture antiche alla base delle nostre società. Infatti anche queste ultime si basano su divinità che provengono dal cielo e che un giorno faranno ritorno.

Potrebbero nascondere un retaggio di un culto cargo anche loro? Se così fosse le teorie di un paleocontatto con civiltà extraterrestri spiegherebbero l'origine dei culti delle più importanti civiltà nonchè le loro conoscenze tecnologiche che hanno portato al mondo come lo conosciamo.

Autore scheggia10
Vota questo articolo
Il video e l'immagine di anteprima sono proprietĂ  del canale Youtube The Mysteries of the Origins. Nel nostro blog vengono solamente incorporati tramite tag iFrame.
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!