Germanwings: "è un complotto, ecco le prove"

Non accennano a placarsi, sul web, le polemiche circa la natura della caduta dell'Airbus della compagnia low cost tedesca GermanWings, schiantatosi sulle montagne francesi a causa (almeno secondo la versione ufficiale) della vena suicida del copilota.

Dopo il j'accuse di Rosario Marcianò, presidente del comitato Tanker Enemy molti altri blogger, ricercatori, semplici cittadini si sono uniti al coro degli scettici.
Questo breve documentario evidenzia, utilizzando l'audio ufficiale registrato dalle scatole nere, e materiale fotografico, i principali misfatti: ad iniziare proprio dalla scatola nera mostrata al pubblico, che si presenta non solo deformata (può dipendere certamente dallo schianto) ma addirittura evidentemente rugginosa, oltre che un modello obsoleto, fuori produzione da molti anni. Particolari che sfuggono al cittadino qualsiasi, ma non ai ricercatori indipendenti che analizzano anche i dettagli più insignificanti.
In molti pensano che le scatole nere possano essere state sostituite, con altre artefatte, in modo da sdoganare la versione ufficiale che colpevolizza il copilota. Dopotutto quanto asserito dai media, si basa proprio sulle registrazioni interne della scatola nera. L'audio estrapolato, confrontato con quello di altri disastri aerei, non convince. Il video illustra perché.

Molte persone considerano queste teorie "complottismo", ma anche quando fu abbattuto il volo Itavia sui cieli di Ustica, la gente si rifiutava di pensare che ci fosse la longa manus degli eserciti occidentali, mentre poi questo è emerso ufficialmente. Non è possibile escludere niente, ma analizzare le vicende con serietà e senza alcun pregiudizio, sia in versione "complottista" che in versione "convenzionalista". Analizziamo i FATTI e giudichiamo quelli, sperando che la verità emerga, qualsiasi essa sia!
Autore veritanwo
Vota questo articolo
Guarda
Condividi

Lascia il tuo commento!