Fothergilla Major – Caratteristiche

Famiglia: Hamameliaceae. Luogo d'origine: Regioni nord-occidentali americane.

Descrizione: A John Fothergill, famoso medico inglese, fu dedicato questo genere di piante arbustive a foglia caduca intorno al 1770; è stato introdotto in Europa alla fine del Settecento. Fothergilla Major è un arbusto che assomiglia a un basso ontano a uno Hamamelis; talvolta nano talora più sviluppato, e alto nei casi estremi da uno a cinque-sei metri. I fusti e i rami sono rivestiti di una pubescenza stellata e di foglie semplici, alterne, brevemente picciolate, grossolanamente dentate, che diventano gialle nel tardo autunno. Ha fiori bianchi in vistose e dense spighe terminali, munite di brattee che appaiono in primavera insieme con le foglie; hanno calice campanulato a cinque-sette lobi e stami vistosi con filamenti resi spessi verso l'estremità. Assume un contorno definito ed e di lenta crescita. Molto decorativa per il giardino autunnale.

Esigenze colturali: È pianta rustica, che cresce bene in posizioni fresche e umide, là dove si ambienta l'azalea, in terreni alquanto torbosi e sabbiosi, senza presenza di calcare, ricchi di sostanza organica. Va piantata durante l'autunno o all'inizio della primavera, prima che compaiano le gemme. Predilige una leggera ombra in un luogo non troppo asciutto durante l'estate. Non sono necessarie né protezioni invernali, né potature, che si eseguono dopo la fioritura solo per eliminare i rami che si siano troppo infoltiti. Fiorisce in maggio. Non viene quasi mai attaccata dai parassiti o da altre malattie.

Propagazione: Per propaggini con i rami flessibili in ottobre.

Autore Nova
Vota questo articolo
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!