Fagus Sylvatica – Caratteristiche

Famiglia: Fagaceae. Luogo d'origine: Europa.

Descrizione: Il Fagus Sylvatica è un grande albero caducifoglio, molto ornamentale, con una chioma densa e leggiadra di colore verde chiaro che assume tonalità bronzee in autunno. Può alzarsi fino a 30-40 metri. Il tronco dritto porta a delle ramificazioni dense solo da una certa altezza. Le foglie sono disposte a mosaico per beneficiare al massimo della luce. I fiori appaiono contemporaneamente alle foglie.

I fiori maschi, sono penduli dall'aspetto squamato con 8-16 stami. I fiori femminili, eretti, sono contenuti in una cupola quadrilobata con tre stili: si presentano in gruppi di due, poco vistosi e coperti da squame. I frutti sono coriacei e bruni, a forma triangolare, racchiusi in una cupola legnosa, coperta da aculei rigidi non spinosi, che si apre in quattro valve. Il faggio cresce allo stato spontaneo nei boschi di latifoglie, dalla zona collinare a quella montana, formando aggregazioni pure di faggete o miste a querce o abeti. La fruttificazione non avviene tutti gli anni.

Esigenze colturali: Si adatta a qualsiasi tipo di terreno purché ben drenato, non compatto, né eccessivamente umido. Pur essendo una pianta eliofila, il faggio si accontenta di una posizione ombreggiata. Il trapianto della pianta va effettuato con cura, innaffiando abbondantemente. Il faggio può essere utilizzato per formare le siepi, distanziando le piantine di 50 centimetri.

Propagazione: Si riproduce per seme in primavera, e per divisione dei polloni radicali.

Autore Nova
Vota questo articolo
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!