Ecco che cosa accadrebbe se l'uomo si estinguesse

Dopo circa 200 mila anni di storia nella quale l'uomo è nato e si è evoluto in ciò che conosciamo oggi, cambiando il mondo in cui vive, sorge la domanda spontanea su cosa accadrebbe di conseguenza alla sua estinzione.

Per prima cosa si può notare che dopo poche ore dalla scomparsa dell'uomo, tutte le macchine e l'energia elettrica inventata e collaudata, smetterebbe di funzionare, di conseguenza di notte, il pianeta Terra sarebbe un'enorme sfera cupa. Dopo pochi giorni, il pianeta sarebbe ufficialmente senza energia poichè anche i pannelli solari e le pale eoliche del mondo smetterebbero di funzionare.

Accadrebbe poi che molti animali domestici senza un padrone che se ne prenda cura, moiano. Poi, dopo poche settimane, molti animali inizierebbero a lottare per la sopravvivenza, anche gli animali che abitano gli zoo. Dopo pochi mesi, l'acqua che avrebbe dovuto nutrire alcune piantagioni umane evaporerebbe, e il danno farebbe succedere diverse esplosioni e i sistemi di drenaggio di molti fiumi collasserebbero, così da distruggere l'intero ecosistema.

A questo punto, tutti i gas tossici delle centrali nucleari mondiali si disperderebbero nell'atmosfera causando anche innumerevoli incendi selvaggi nelle foreste. Dopo un anno, l'inquinamento sarebbe immenso sulla Terra.

Dopo 25 anni, la vegetazione mondiale inizierebbe a mutare e a decadere, rarefacendo i livelli di ossigeno nell'aria, fino a un punto nel quale le cose cambierebbero in positivo e il pianeta e l'intero ecosistema mondiale si ricostituirebbero perfettamente. Ecco che dopo invece 300 anni, i padroni del pianeta sarebbero gli animali e vivrebbero in un ambiente totalmente naturale e rigoglioso, poichè il processo di decadenza si invertirebbe considerevolmente.

Autore forza10
Vota questo articolo
Play
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!