Debito pubblico? Ecco perché non è un problema

In questo video (come dal titolo), vengono spiegati i motivi per la quale il debito pubblico non è un problema così come i Media vogliono far intendere.
Alessio Farinella inizia dicendo che il debito pubblico veniva chiamato debito di Stato negli anni '70.
In principio lo Stato creava il denaro che gli serviva per pagare le opere pubbliche come costruzioni di ospedali, strade e così via. Quando lo Stato spendeva, c'era ovviamente chi incassava: come operai edili, ingegneri, fornitori. Questa è chiamata spesa dello Stato.
Però lo Stato riesce a recuperare i soldi di questa spesa (se pur in parte) utilizzando come strumento le tasse.
Altro grande problema è chi parla di svalutazione della moneta corrente.
Quando le tasse che escono dal cittadino sono inferiori al guadagno netto, il cittadino in primis vorrà spendere quei soldi risparmiati in beni, e quando il cittadino spende questa moneta, la stessa moneta non si svaluta perché è una moneta aggiunta all'economia che non fa lievitare i prezzi. Diverso sarebbe il problema se non ci fossero sufficienti merci in circolazione.
Invece, nel caso in cui non si riuscisse più a soddisfare la collettività nella produzione delle merci, lo Stato è costretto ad aumentare i prezzi dei beni per "tranquillizzare" l'economia.
Autore Vin92
Vota questo articolo
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!