Costumi e tradizioni di Sicilia: lo scecco pazzo di Gallodoro

Chi di voi è mai stato a Gallodoro, comune siciliano della provincia di Messina a monte rispetto Letojanni e Taormina? Ecco: se vi va di visitare questo piccolo paese (appena 400 anime), cercate di far coincidere la data della vostra visita con il sedici di agosto. In quella data infatti si svolge la festa di S. Rocco con la processione del santo per le vie del paese. E la sera loschi figuri si aggirano per il borgo, sono gli organizzatori dello scecco pazzo!
Quella che vedete in video è una tradizione ormai datata negli anni. La banda in festa annuncia l'arrivo in piazza dello scecco (l'asino) di carta pesta, interpretato da uno degli organizzatori. La povera bestia viene derisa da tutti e "maltrattata". Finchè si arrabbia e comincia a sputare scintille dal proprio corpo, inseguendo i popolani che fino a poco prima lo canzonavano e facendoli allontanare dalle sue lingue di fuoco. Per diversi minuti un divertente fuggi fuggi si verifica sulla piazza (vero cuore del piccolo paese) tra giovani fotografi che sfidano le scintille e curiosi che per la prima volta vedono questa tradizione ripetersi.
Un consiglio per quest'estate: prima rinfrescatevi a mare tra Letojanni e Taormina, poi cercate rifugio per il pranzo sotto le fresche frasche della collinare comunità di Gallodoro. E se decidete anche voi di sfidare la bestia impazzita, non mettetevi addosso la migliore camicia che avete!
Autore tababonf
Vota questo articolo
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!