Come innaffiare piante e fiori d'estate

Per avere un bel balcone fiorito sempre rigoglioso, anche d'estate, le nostre piante vanno adeguatamente innaffiate. Tuttavia, innaffiare le piante in modo non adeguato può contribuire ad ucciderle.

Ecco allora alcune semplici raccomandazioni da seguire.

Innanzitutto, la quantità di acqua da dare giornalmente ad una pianta varia in base al tipo. Non tutte, dunque, necessitano di molta acqua. Devono avere molta acqua le surfinie, tra i fiori più comuni nei nostri balconi, che vanno innaffiate praticamente ogni giorno.

Ma quando ed in che modo?

Le gocce d'acqua che restano sulle foglie e sui fiori, colpite dai raggi del sole, fanno da lente d'ingrandimento, così da bruciare la pianta. Ecco perché l'innaffiatura va fatta la sera o possibilmente al mattino molto presto.

Qualora ciò non fosse possibile, si può annaffiare anche in altre ore del giorno (ma mai nei momenti più caldi) stando però bene attenti a bagnare soltanto la terra, senza toccare foglie e fiori.

L'acqua utilizzata non deve essere né troppo calda, né troppo fredda. In entrambi i casi, quindi, l'acqua va fatta acclimatare in una bacinella prima di utilizzarla per innaffiare. In questo modo, tra l'altro, si consente di depositare il calcare sul fondo del recipiente, senza propinarlo alla pianta. Questa sostanza, infatti, risulta dannosa per molti tipi di piante.

Autore maxsbard
Vota questo articolo
Il video e l'immagine di anteprima sono proprietĂ  del canale Youtube Giardinaggio.it. Nel nostro blog vengono solamente incorporati tramite tag iFrame.
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!