Come coltivare l'orto con pochissima acqua

L'acqua si sa è un bene prezioso, ma essa è indispansabile alla vita di tutti gli esseri viventi, piante comprese. Ci sono zone della terra in cui piove abbastanza spesso e zone aride come il sud Italia. Questo rende difficoltoso per i nostri contadini coltivare il loro orto, perchè spesso i pozzi sono purtroppo inquinati e quindi sono costretti ad usare acqua potabile che costa.

Per fortuna alcune menti geniali hanno trovato una soluzione fai da te che viene illustrata in questo video, usando semplicemente delle bottiglie di plastica. Il principio è quello di sfruttare il calore del sole che fa evaporare l'acqua.

Come si fa: occorre una bottiglia da un litro e mezzo o due e un boccione da 5 litri. Si taglia la bottiglia a metà e si usa la parte inferiore per contenere l'acqua, si scava un piccolo fosso nella terra accanto alla pianta da innaffiare e si pone la bottiglia tagliata, riempita di acqua. Si prende il boccione e si taglia la parte inferiore, quindi si pone al di sopra della bottiglia.

Il calore del sole farà evaporare l'acqua che invece di disperdersi nell'aria viene imprigionata nel boccione e si condenserà sulle pareti interne colando poi nella terra e bagnandola. In questo modo non si spreca una goccia di acqua, e l'irrigazione non ha bisogno della mano dell'uomo e della corrente. Si stima che in questo modo un litro d'acqua basta per un mese.

Autore gerrycaputo
Vota questo articolo
Il video e l'immagine di anteprima sono proprietĂ  del canale Youtube La Huerta de Iván. Nel nostro blog vengono solamente incorporati tramite tag iFrame.
Play
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!