Città fantasma - Villa Epecuén (Argentina)

Quante volte vi sarà capitato di sentire parlare di città fantasma? Di sicuro in diverse opere letterarie, film o anche racconti e leggende di vario tipo avrete sentito di alcune città praticamente disabitate e con un alone di mistero che le avvolge.

In realtà nel mondo di città ormai deserte e svuotate ce ne sono tantissime e di misterioso, nella maggior parte dei casi, c'è ben poco. Tante cittadine, paesi o villaggi sono ora pressochè disabitate per fattori che nulla hanno a che vedere col paranormale o con le tante leggende che spesso si tramandano negli anni. Spesso a contribuire a tali fenomeni sono perlopiù causa di natura economica, con intere popolazioni costrette a migrare altrove in cerca di lavoro, oppure vere e proprie calamità naturali.

E' il caso, quest'ultimo, di Villa Epecuén, un tempo ridente località balneare distante circa 600 chilometri da Buenos Aires, in argentina. Questa cittadina sorgeva nei pressi del lago Epecuén, uno dei laghi salati più grandi del mondo. Villa Epecuén era una delle mete turistiche più gettonate, anche per merito delle proprietà termali delle acque del lago. Conobbe il periodo di massimo splendore tra il 1950 e il 1970, anni in cui contava una popolazione di circa 7000 abitanti con oltre 25000 visitatori nel periodo d novembre a marzo.

Senza dubbio una città viva, che grazie al giro di turisti generato dalle terme era una meta ambitissima e una miniera d'oro per i commercianti locali. La "fine" per Villa Epecuèn arrivo il 10 novembre 1985, quando un intenso moto ondoso generatosi nel lago causò la distruzione della diga posta a protezione del centro abitato. Nel giro di pochi giorni la città venne completamente sommersa. Il livello delle acque si alzò in maniera lenta e graduale, permettendo ai residenti di mettersi in salvo.

Il livello dell'acqua del lago raggiunse i 10 metri, punto più alto, nel 1993. Da allora l'acqua cominciò a ritirarsi fino a quando, nel 2009, quella che fu una splendida città balneare venne nuovamente alla luce. Quello che rimaneva erano solo rovine, testimonianze decadenti di un passato luminoso ma spazzato via dalla forza della natura.

Oggi Villa Epecuèn è "solo" una città-fantasma, uno scenario perfetto per un classico film post-apocalittico. Un solo, temerario, testimone dei tempi che furono,è ritornato a popolare la città. Il suo nome è Pablo Novak, dimostrazione di come, nonostante tutto, l'amore per la propria terra sia ancora un sentimento preponderante in alcuni di noi.

Autore vdc1985
Vota questo articolo
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!