Berberis Vulgaris – Caratteristiche

Famiglia: Berbidaeae. Luogo d'origine: Europa Orientale, Asia.

Descrizione: Il Berberis Vulgaris è un arbusto cespuglioso e caducifoglio, alto fino a tre metri, decorativo per la fioritura per i piccoli frutti mangerecci e per il fogliame colorato in autunno. Cresce spontaneo sui pendii, nei boschetti di latifoglie e aghifoglie, nelle siepi, fra i cespugli e nelle zone montane. I rami hanno una corteccia che si squama di colore giallo, sono legnosi e pungenti con spine tripartite lunghe due centimetri. Le foglioline oblunghe, ellittiche, lucide sono ciliate e con margine seghettate verdi e più chiare nella parte inferiore. I piccoli fiori gialli si presentano in racemi radi e penduli e sono dolcemente odorosi di miele. La corolla, formata da 6-8 petali è raccolta entro 6 sepali, con forma di conchiglia. I frutti sono bacche oblunghe, cilindriche, rosse acidule contenenti 1-3 semi. Sono utilizzabili per preparare marmellate, salse e sciroppi.

Esigenze colturali: La coltivazione del crespino deve effettuarsi lontano dalle graminacee, alle quali può trasmettere la malattia della ruggine. È necessario un terreno argilloso, calcareo e anche po' arido. L'esposizione può essere al sole o a mezz'ombra. La potatura primaverile asporta i rami vecchi. Il crespino può vegetare anche in contenitore dato che è una pianta rustica.

Propagazione: Per seme, per divisone per polloni radicali, per talea in autunno.

Altre specie: Berberis Darwinii è un arbusto sempreverde con bacche nere.

Autore Nova
Vota questo articolo
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!