5 modi in cui potremmo estinguerci in 1000 anni!

Il genere catastrofico è spesso cavalcato in numerosi film di successo altamente spettacolari e con esiti devastanti, pare che gli esseri umani guardino al proprio futuro in modo spesso contrastante e con malcelata preoccupazione. Qua sotto è proposto un video che elenca 5 modi in cui l'umanità potrebbe estinguersi nell'arco di tempo di un millennio.

La prima possibilità di estinzione umana presa in esame riguarda i letali raggi gamma che vengono sprigionati dal nostro Sole ma per essere davvero mortali al punto da falcidiare la vita sul pianeta dovrebbero essere davvero potenti e può accadere solo quando una stella sta, diciamo così, invecchiando.

La seconda possibilità è quella più utilizzata di noti movie catastrofici e riguarda l'impatto con un grande asteroide vagante nello spazio. D'altra parte è un evento abbastanza frequente che è già accaduto sul nostro pianeta sia milioni di anni fa ma anche nel 1908 sull'area di Tunguska in Siberia dove un oggetto di poche decine di metri si è disintegrato a mezz'aria (fosse caduto un'ora dopo avrebbe colpito la zona di Mosca).

Il clip passa al terzo modo in cui l'umanità potrebbe lasciarci le penne e riguarda l'Intelligenza Artificiale, un esempio di tecnologia talmente sofisticata fabbricata dall'uomo che prende il sopravvento come narrato nel libro di fantascienza di Asimov.

La quarta possibilità di sterminio globale è ovviamente quella tramite infezioni di potenti virus devastanti e incurabili ed infatti le infezioni sono sempre nel tempo un po' più dure da debellare rispetto alla cura  di antibiotici di ultima generazione.

Per concludere c'è la modalità più probabile forse, che è insita nell'uomo fin dagli albori della civiltà e che sembra impossibile sradicare dalla sua mente, se volete, socpritela nel video qui sotto.

Autore jeronta17
Vota questo articolo
Il video e l'immagine di anteprima sono proprietĂ  del canale Youtube Infinito. Nel nostro blog vengono solamente incorporati tramite tag iFrame.
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!